Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ARGENTINA. RIAPERTO AD USHUAIA, NELLA TERRA DEL FUOCO, L’UFFICIO CONSOLARE ITALIANO PIU’ AUSTRALE DEL MONDO.

Fecha:

12/11/2019


ARGENTINA. RIAPERTO AD USHUAIA, NELLA TERRA DEL FUOCO, L’UFFICIO CONSOLARE ITALIANO PIU’ AUSTRALE DEL MONDO.

Si è tenuta giovedì 7 novembre la cerimonia di riapertura dell’Agenzia Consolare Onoraria italiana ad Ushuaia, nella provincia argentina della Terra del Fuoco. La notizia dell’apertura dell’Agenzia, dopo oltre due anni di sospensione delle attività, era stata annunciata nel gennaio scorso dall’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Giuseppe Manzo, in occasione della sua visita nella città più australe del mondo.

All’evento inaugurale hanno preso parte il Console Generale Antonio Petrarulo, la Governatrice della Provincia della Terra del Fuoco Rosana Bertone, il nuovo Agente Consolare Onorario Moreno Salvatore, la Segretaria per le Relazioni Internazionali della Provincia Cecilia Fiocchi, Autorità locali e membri della collettività italiana di Ushuaia.

Sono circa 1600 i connazionali che vivono in Terra del Fuoco e, molti di loro, sono discendenti dei migranti giunti con la celebre spedizione Borsari che, tra il 1948 ed il 1949, portò ad Ushuaia oltre 1100 italiani. Allora la citta’ contava appena 2000 abitanti, così che l’arrivo dei primi italiani ne cambio’ radicalmente i tratti. L’iniziativa di Borsari seguì di pochi mesi gli accordi sottoscritti tra il Governo italiano e quello argentino che prevedevano facilitazioni per l’emigrazione di cooperative o di altri nuclei lavorativi.

La riattivazione dell’Agenzia permetterà ai connazionali residenti nella Provincia ‘fueghina’ di usufruire direttamente dei servizi consolari, limitando la necessità di recarsi a Bahia Blanca, sede del Consolato Generale competente per la Provincia e per tutto il resto della Patagonia argentina. Oltre ai residenti, a beneficiarne, in caso di necessità, saranno anche i moltissimi viaggiatori italiani che visitano ogni anno la Terra del Fuoco, che si afferma sempre piu’ come una delle principali destinazioni turistiche dell’Argentina, soprattutto nel settore delle crociere.

La cerimonia di riapertura dell’Agenzia Consolare Onoraria è stata accompagnata da un concerto d’arpa dell’artista italiano Raoul Moretti, realizzato grazie all’Istituto Italiano di Cultura a Buenos Aires. Si tratta di un primo importante evento di promozione culturale italiana, versante che sarà ulteriormente rafforzato in Terra del Fuoco grazie alla riattivazione dell’Agenzia.

Rassegna Stampa

 

 


1243