Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

06.11.2014 – L’ITALIA PROTAGONISTA IN AMERICA LATINA: CULTURA MODA DESIGN E SCIENZA TRA I TEMI-CHIAVE 2015-2016

Arte, cinema, teatro, letteratura, moda, design, musica, creatività ma anche cooperazione universitaria, scienza, tecnologia e responsabilità sociale d’impresa. Questi saranno i temi-chiave dell’anno 2015-2016 all’insegna dell’incontro tra l’Italia contemporanea e un Continente in dinamica espansione

La presentazione della manifestazione “Anno dell’Italia in America Latina 2015-2016” si terrà lunedì 10 novembre alle 10.30 alla Farnesina.
La Conferenza si aprirà con la presentazione ufficiale del logo e del programma degli eventi che compongono l’Anno da parte del Sottosegretario agli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Mario Giro e del Vice Ministro degli Esteri argentino Eduardo Zuain. All’evento prenderanno parte anche Moni Ovadia e Renzo Arbore.
L’”Anno dell’Italia in America Latina 2015-2016″ sarà un Anno di storie, viaggi, scoperte e imprese per presentare le prospettive future del plurisecolare legame tra l’Italia e il Continente Latino Americano. Dieci sezioni, oltre cento grandi eventi per valorizzare l’Italia contemporanea nelle sue componenti culturali, economiche, scientifiche e tecnologiche.
Un ambizioso e complesso progetto che ha come obiettivo prioritario la valorizzazione dell’identità e dei talenti dell’Italia contemporanea nei Paesi dell’America Latina attraverso iniziative che illustrino le eccellenze culturali, scientifiche e tecnologiche del nostro Paese.
Il programma punta a mobilitare la partecipazione del settore privato e a coinvolgere tutti gli attori potenzialmente interessati orientando le risorse disponibili verso iniziative che abbiano uno sviluppo destinato a durare nel tempo e a originare nuove forme di cooperazione in particolar modo tra i giovani italiani e latinoamericani.
Nella sezione Mostre, spicca il progetto di una esposizione sul sito archeologico di Pompei, dal titolo “Pompei. Diamo al passato un futuro migliore”, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT).
Per il settore del Design, verranno presentate diverse manifestazioni tra cui l’esposizione “Compasso d’Oro2014”, che mostrerà i prodotti italiani vincitori del prestigioso omonimo premio e un Convegno sul Design Italiano, che racconterà attraverso le storie di aziende di successo il design italiano come esempio di innovazione strategica aziendale.
Questi eventi sono promossi dall’Associazione per il Disegno Industriale (ADI).
Per “Cinema e Audiovisivo è prevista la presenza italiana come Paese Ospite d’onore al Festival del Cinema di Guadalajara (il più importante del Continente) e la partecipazione a Rassegne Cinematografiche, quali il Festival di Mar del Plata e il Festival Internazionale di Cinema a Cartagena nel marzo 2015, dove saranno proiettati alcuni capolavori di Visconti e Zeffirelli, il Festival Eurocine a Città del Guatemala, il Festival del Cinema Europeo in Nicaragua. L’Anica contribuirà alla realizzazione di queste iniziativa nel quadro della sua rafforzata presenza in America Latina.
Numerosi anche i Convegni e le Conferenze per l’Editoria, in occasione dei quali interverranno autorevoli rappresentanti della letteratura e della saggistica italiana, tra gli altri il Claudio Magris e Dacia Maraini, che parteciperà allaFiera Internazionale del Libro di Buenos Aires, nei mesi di aprile e maggio 2015.
Inoltre, in collaborazione con tutti gli attori coinvolti, saranno organizzati in vari Pasi latinoamericani seminari, workshop, convegni e presentazioni sui temi centrali (cibo, energia, sostenibilità ambientale) della EXPO Milano 2015.
Grande attenzione sarà rivolta alle iniziative di Cooperazione Universitaria programmate in tutto il continente. Sono più di cinquanta le Università italiane e Sud Americane coinvolte negli scambi inter-universitari attraverso numerosi progetti di ricerca scientifico-culturale promossi da vari atenei e dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane).
Festival, Fiere di Settore e iniziative sul Made in Italy dedicheranno ampio spazio alla promozione degli stili di vita e dei modi di creare che caratterizzano il nostro Paese attraverso workshop su alimentazione, artigianato, design, moda e arte.
Per la Musica, numerose le iniziative che valorizzeranno le tradizioni e le innovazioni del nostro panorama musicale: in programma spettacoli di grandi artisti e musicisti italiani, da Uto Ughi, che si esibirà al Centro Social por la Musica di Caracas, al compositore Giovanni Sollima, da Stefano Bollani che parteciperà all’Ottavo Festival Jazz de Montevideo, al Teatro San Carlo di Napoli che porterà al Teatro Colòn di Buenos Aires Opera verdiana e concerti di arie celebri.
In occasione dell’Anno dell’Italia in America Latina, verranno rese disponibili sui siti degli Istituti italiani di Cultura play-list di musica classica italiana in collaborazione con la Federazione Industria Musicale Italiana (FIMI)
Numerose anche le iniziative organizzate per i settori Spettacoli Teatro e Danza, tra le quali “La parola canta. Peppe e Toni Servillo con i Solis String Quarter”, prodotto da Teatri Uniti di Napoli in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.
Infine, nell’ambito della sezione Scienza, Tecnologia e Responsabilità Sociale d’Impresa, verrà presentato il progetto di mostra “Geotermia: Vedere, conoscere, imparare” a cura di Enel. La Mostra verrà ospitata in Cile, Messico e Perù. Notevole rilievo avrà anche la cooperazione nel settore spaziale, soprattutto con l’Argentina.
Grandi imprese italiane (tra le quali FIAT E TENARIS) finanzieranno progetti in campo sociale ed educativo.
L’Anno dell’Italia in America Latina è un’iniziativa integrata di politica estera promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con la collaborazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo,del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero, della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e con il fondamentale contributo di molte imprese ed attori economici e culturali del nostro Paese. (aise)